Pedali e rotaie

– John Pucher, Rutgers University, USA

Le reti ciclabili e di trasporto pubblico sono modalità di trasporto complementari. Come le città del nord europa dimostrano, l’integrazione tra la bicicletta e treni, tram e autobus aiuta a ridurre il ricorso all’auto e a rendere le nostre città più vivibili.

La bicicletta è il mezzo di trasporto ideale per spostamenti fino a 5 km, mentre il trasporto pubblico rappresenta la modalità di trasporto più “ambientalista” per i viaggi più lunghi. Quanto segue è un elenco di alcuni modi che si possono utilizzare per realizzare questa connessione di importanza cruciale tra ciclabilità e trasporto pubblico.

1. Tipologie di coordinamento tra trasporto pubblico e ciclabilità:

  • Presenza di parcheggi per biciclette alle stazioni ferroviarie o del tram (abbastanza comune) o dell’autobus (molto più rara)
  • Portabici sugli autobus (di solito sulla parte anteriore)
  • Possibilità di caricare le biciclette sui mezzi di trasporto pubblico (di solito treni e tram) di solito attrezzati per poterle alloggiare (presenza di portabici, ganci, spazi o carrozze predisposte)
  • Presenza di servizi di noleggio biciclette alle stazioni ferroviarie (biciclette pubbliche)

2. Esempi pratici

  • In Giappone e in Europa ci si preoccupa di offrire degli ottimi servizi di parcheggio presso le stazioni ferroviarie, spesso custoditi, coperti e con servizio di assistenza (in Olanda ci sono più di 300 mila portabici nelle stazioni)
  • In Nord America sono comuni i portabici sui bus: 2 o 3 negli USA e 3 o 4 in Canada. In Europa invece i mezzi pubblici provvisti di portabici sono molto rari.
  • Spesso alle bici è permesso l’accesso su tram e metropolitane, ma in molti casi con l’eccezione delle ore di punta.
  • A partire dal 1990 i parcheggi per biciclette presso le stazioni sono aumentati in numero e migliorati qualitativamente in tutta Europa e Nord America.
  • In Europa si registra un trend verso la realizzazione di punti di stazionamento di biciclette che garantiscano tutti i servizi necessari ai ciclisti: nel 2007 ce ne erano 70 sulla rete ferroviaria olandese e 70 su quella tedesca; negli USA sono in una fase iniziale; in Giappone questi punti di stazionamento sono enormi.
  • Biciclette pubbliche (in 156 stazioni olandesi e in 16 stazioni tedesche).

3. Conseguenze sulla ciclabilità

  • L’attenzione degli studi di settore è rivolta prevalentemente agli impatti sul trasporto pubblico, con la bicicletta vista soprattutto come un modo di garantire l’accesso alla rete di trasporto più economico dell’automobile (bici+treno opposto a auto+treno) allargando così il bacino di utenza dei servizi di trasporto su rotaia.
  • La maggior parte degli studi registrano un alto utilizzo dei parcheggi e delle rastrelliere per biciclette, così come una crescente soddisfazione dell’utenza, suggerendo che questo misure incoraggiano la ciclabilità. In Olanda gli spazi di sosta per biciclette presentano un tasso di occupazione medio del 90% e in alcuni punti il numero di biciclette eccede ampiamente il numero di parcheggi disponibili.
  • Il 40% degli utenti della rete ferroviaria suburbana olandese va in bicicletta in stazione, indice dell’importanza dell’intermodalità bici + treno.
  • Uno studio olandese ha valutato l’impatto di diversi tipi di parcheggi per bici alle stazioni e alle fermate dei bus in alcuni progetti pilota, registrando un aumento dell’utilizzo del trasporto pubblico e della bicicletta per raggiungere le fermate, il che probabilmente si traduce in un aumento generale degli spostamenti in bicicletta; lo stesso studio registra un impatto positivo dei servizi di bici pubbliche dislocati presso le stazioni ferroviarie olandesi, che contribuiscono ad aumentare la quota di spostamenti in bicicletta nei percorsi dalle stazioni alla destinazione finale.

John Pucher, pucher@rci.rutgers.edu
Bloustein School of Planning and Public Policy
New Brunswick, New Jersey USA

Bibliografia consigliata:
Hegger, R., 2007. Public transport and cycling: living apart or together? Public Transport International. 56 (2), 38-41.

Martens, K., 2007. Promoting Bike and Ride: The Dutch experience. Transportation Research Part A. 41, 326-338

Pucher, J., Buehler, R., 2009. Integration of bicycling with public transport. Journal of Public Transportation. 12 (3), autumn 2009 in press.

Rietveld, P., 2000. The accessibility of railway stations: the role of the bicycle in the Netherlands. Transportation Research Part D. 5, 71-75

TRB, 2005. Integration of Bicycles and Transit. TCRP Synthesis Report 62. Washington: Transportation Research Board, National Research Council, National Academy of Sciences

Rispondi