Verso una città post-automobile?

New York sta cambiando, e numerose e sicure piste ciclabili fanno ormai parte del paesaggio urbano. Una cosa è sentirne parlare da quelli che si trovano nel mezzo di questo processo di cambiamento spesso tormentato, ma chiedere a un esperto esterno di dargli un’occhiata per raccontarci cosa vede potrebbe essere confortante.

Gordon Price, urbanista, politico, ciclista e World Street Sentinel ci racconta quello che vede durante il suo viaggio a NY. Segnali di speranza. Lezioni per la vostra città? Nelle sue parole questa sua ultima cronaca per Price Tags.

Questa è una celebrazione del trasporto attivo in NYC – su come New York stia mostrando la strada verso la città postautomobilistica. Con degli interessanti paragoni con Portland e Vancouver.

Visitate la Grande Mela con Gordon e la sua macchina fotografica per verificare lo stato dell’arte della ciclabilità nell’estate 2009. Cycling NYC 2 presenta 34 pagine di fotografie e commenti su quello che sta funzionando, sui motivi di conflittualità mentre l’agenda della ciclabilità cittadina viene portata avanti da un team molto motivato sostenuto da un corrispondente impegno ai più alti livelli del governo locale, con l’approvazione e il supporto di gruppi ambientalisti, del seettore non-profit, del mondo accademico, delle agenzie di consulenza sul traffico, dei cittadini e dei media. Quest’ultimo è il più grosso cambiamento nel panorama locale e sicuramente è un aspetto sul quale vale la pena lavorare nella vostra città. Dà sempre dei buoni risultati.

Se lo possono fare là, lo possiamo fare ovunque.

• Per la vostra copia di Cycling NYC 2, click http://pricetags.ca/pricetags/pricetags108.pdf

Gordon Price è direttore del City Program alla Simon Fraser University. Già sei volte consigliere comunale a Vancouver, ha ampiamente scritto della sua città e dei problemi del trasporto (The Deceptive City, Local Politician’s Guide to Urban Transportation). Pubblica anche una rivista on line sui temi urbani, intitolata “Price Tags“. Nel 2009 è stato nominato dal Sindaco di Vancouver membro del “Greenest City Action Team”.

Rispondi