Mobilità vs Accessibilità.

Quello che è irritante nelle istruzioni di questo tipo è che partono dal presupposto che ci sia un solo modo di montare un barbecue: il loro. E questo presupposto esclude qualsiasi intervento creativo. In realtà di modi ce ne sono cento, e quando ti costringono a seguirne uno solo, senza mostrarti il problema nel suo complesso, diventa difficile seguirlo senza fare errori. E’ un lavoro che si fa senza slancio. Oltre tutto, è molto improbabile che il loro modo sia il migliore. (Robert M. Pirsig, Lo zen e l’arte della manutenzione della motocicletta)

Oggi una presentazione di slide che secondo noi illustra benissimo l’ottica che bisognerebbe adottare quando si pensa ai trasporti. La mobilità non è un fine in sè, ma un mezzo per soddisfare dei bisogni e i bisogni possono essere risolti attraverso una molteplicità di mezzi.

Rispondi