Honk! Seminario internazionale sul trasporto flessibile ad Asti.

Esiste un modo per rendere il trasporto pubblico più efficiente, più flessibile ed avvicinarlo alle esigenze dei cittadini?
Il Seminario sul Trasporto Flessibile, organizzato nell’ambito del progetto europeo MoMa.BIZ* dalla Provincia e dal Comune di Asti, cercherà di rispondere a questa domanda esaminando le soluzioni offerte dal trasporto flessibile (servizio a chiamata).

In particolare, durante il seminario saranno esaminati gli aspetti di applicazione, pianificazione ed organizzazione del trasporto flessibile e saranno presentate le esperienze di:
Svizzera – PubliCar
Torino – Provibus
Provincia di Livorno
Comune di Basiglio (MI) – CallBus
Alessandria – EccoBus
Il Seminario si terrà il 24 gennaio 2011 dalle 9:00 alle 16:00, presso il Salone del Consiglio della Provincia di Asti, piazza Alfieri 33, Asti.

Il Seminario è rivolto agli enti locali, gli operatori di trasporto pubblico, gli esperti di mobilità ed è aperta al pubblico. La partecipazione è gratuita previa iscrizione al sito
http://moma.biz/asti/international-seminar-flexible-transport-registration-form , oppure inviando una mail all’indirizzo asti@moma.biz indicando nome, cognome, professione, e numero di telefono, oppure chiamando il numero 0141-433315.

Pubblicato da

Enrico

Enrico Bonfatti, dopo aver vissuto e lavorato nella industriosa Lombardia, si è ritirato oggi in una ridente frazione montana delle prealpi venete. Ha avuto il privilegio di poter sperimentare la vita senza il possesso dell'automobile per tredici lunghi anni. Ultimamente lo ha perso a causa del mutato contesto nel quale si trova a vivere e delle politiche di smantellamento del trasporto pubblico in atto ormai da diversi anni nel nostro paese e non solo. Ha dato vita a questo blog nell'ormai lontano 2009, spinto dalla necessità di preservare, per quanto possibile, il quartiere dove viveva dal quotidiano assalto delle lamiere.

Un pensiero su “Honk! Seminario internazionale sul trasporto flessibile ad Asti.”

  1. Looks great. I hope, dear editor, that they have invied you to attend. Both to share your international experience, and to also perhaps do an article for N/M (and why not, World Streets) on their good initiative. Kind regards/Eric Britton

Rispondi