Honk! Nasce una rivista dedicata al ciclismo quotidiano

Mancava fino ad oggi, nel panorama abbastanza nutrito di periodici sul mondo del ciclismo, una pubblicazione dedicata a chi fa della bici principalmente uno strumento di mobilità piuttosto che un attrezzo sportivo. FIAB prova a colmare questo vuoto con la distribuzione di una nuova rivista bimestrale.

da Cittainbici

Una rivista per rilanciare la cultura della bicicletta in Italia e promuovere le buone pratiche di mobilità sostenibile. Ma anche per parlare di turismo responsabile, di salute e lifestyle, di natura, eco-prodotti e ambiente.

Il primo numero di BC, il nuovo magazine bimestrale della FIAB – la Federazione Italiana Amici della Bicicletta che raggruppa oltre 130 associazioni sparse sul territorio –è presentato in anteprima alla BIT, la Borsa del Turismo a Milano.

La rivista, 68 pagine, formato 20×28, occupa uno spazio sinora scoperto nel panorama editoriale: esistono testate per gli appassionati di ciclismo su strada e in mountain bike,mancava un prodotto rivolto al cicloturista e al ciclista urbano, che ama e usa la bici tutti i giorni e ne fa il simbolo di uno stile di vita. La tiratura iniziale è di 20mila copie distribuite a tutti i 14mila soci delle associazioni federate dalla FIAB e a un indirizzario professionale di 4mila tra operatori, amministratori e tecnici di enti pubblici, docenti e studiosi di mobilità urbana. Campagne abbonamento mirate (un anno a 18 euro) puntano ad una readership più larga di quella dei soci FIAB, mentre non è prevista ad oggi una distribuzione in edicola.

Sul primo numero, tra l’altro, una conversazione a tema con Romano Prodi, un racconto di Margherita Hack, la scoperta di Bruxelles su due ruote, vetrine sulle borse per cicloturismo e sull’underwear ad alta tecnologia da indossare in bicicletta, consigli salute per chi pedala in gravidanza.

L’inchiesta centrale di BC, che ogni volta affronterà i temi di intervento della FIAB, è dedicata alla sicurezza in città.
BC, di proprietà della FIAB, è edita dal team di Vistosistampi che ha curato il progetto del magazine:è diretta da Giancarlo Marini (in passato a Il Giorno, L’Indipendente, la Repubblica, l’Unità), con Michele Bernelli (giornalista specializzato in ecologia e salute) a capo della redazione e Cristian Savian come responsabile marketing e pubblicità.

“Per la FIAB – sintetizza il presidente Antonio Dalla Venezia – è finalmente uno strumento per comunicare ad un pubblico più largo i temi e le iniziative su cui lavoriamo; un volano per crescere, contare di più, farci conoscere”.

Pubblicato da

Enrico

Enrico Bonfatti, dopo aver vissuto e lavorato nella industriosa Lombardia, si è ritirato oggi in una ridente frazione montana delle prealpi venete. Ha avuto il privilegio di poter sperimentare la vita senza il possesso dell'automobile per tredici lunghi anni. Ultimamente lo ha perso a causa del mutato contesto nel quale si trova a vivere e delle politiche di smantellamento del trasporto pubblico in atto ormai da diversi anni nel nostro paese e non solo. Ha dato vita a questo blog nell'ormai lontano 2009, spinto dalla necessità di preservare, per quanto possibile, il quartiere dove viveva dal quotidiano assalto delle lamiere.

Rispondi