Honk! Vitoria-Gasteiz sede della X conferenza CIVITAS.

Vitoria-Gasteiz è stata recentemente nominata città organizzatrice della X conferenza CIVITAS da tenersi nell’autunno 2012. L’evento, della durata di tre giorni, passerà in rassegna i risultati raggiunti dalle città aderenti al progetto CIVITAS.

Vitoria Gasteiz, capitale dei Paesi Baschi e della provincia di Alava, dispone di 42 m² di spazio verde per abitante. In particolare la cintura verde che circonda la città ha ricevuto molti riconoscimenti internazionali. Queste caratteristiche e l’impegno di lunga data sul fronte delle politiche ambientali hanno garantito alla città il titolo di Capitale Verde Europea per il 2012. Per un sommario dei risultati ottenuti da questa città potete dare un’occhiata a questo video.

Una crescita urbana senza precedenti pone oggi Vitoria-Gasteiz di fronte alla sfida di tenere il passo con la sua reputazione. Un modello integrato per la regolazione del traffico, dell’accessibilità e dell’organizzazione degli spazio urbani attraverso la definizione dei cosiddetti super-isolati è una delle strategie che la città ha sviluppato durante i suoi esperimenti nell’ambito del progetto MODERN.

Obiettivi di questo approccio sono quelli di una riorganizzazione del traffico per il recupero di spazi urbani, il miglioramento dell’accessibilità e della copertura del trasporto pubblico, il consolidamento dei percorsi ciclabili, l’istituzione di una serie di vie percorsi pedonali e l’identificazione di infrastrutture deputate al parcheggio e alla consegna merci.

########

Fonte: European Community for Mobility Management

Per ulteriori informazioni sulla conferenza  potete contattare la segreteria di CIVITAS a secretariat@civitas.eu. Per altre informazoni su Vitoria-Gasteiz, cliccate qui

Pubblicato da

Enrico

Enrico Bonfatti, dopo aver vissuto e lavorato nella industriosa Lombardia, si è ritirato oggi in una ridente frazione montana delle prealpi venete. Ha avuto il privilegio di poter sperimentare la vita senza il possesso dell'automobile per tredici lunghi anni. Ultimamente lo ha perso a causa del mutato contesto nel quale si trova a vivere e delle politiche di smantellamento del trasporto pubblico in atto ormai da diversi anni nel nostro paese e non solo. Ha dato vita a questo blog nell'ormai lontano 2009, spinto dalla necessità di preservare, per quanto possibile, il quartiere dove viveva dal quotidiano assalto delle lamiere.

Rispondi