Ben arrivato Autolib’

 Dopo il grande successo di Vélib’, il bike sharing parigino, la capitale francese ha lanciato lunedì il suo servizio di car sharing, Autolib’, composto per ora da 25o vetture elettriche a quattro posti (chiamate ‘Bluecar’), concepite dal gruppo Bolloré, gestore del servizio, progettate da Pininfarina e prodotte su scala industriale da Cecomp. Dotate di una batteria ai polimeri di litio, possono percorrere 200mila km prima di doverla sostituire. Vincent Bolloré, presidente del gruppo Bolloré ha detto che “abbiamo oggi cose migliori da fare che preoccuparci del futuro. Dobbiamo inventarlo, crearlo e prepararlo per le generazioni a venire”

Al momento sono già stati istituiti 250 punti di prelievo. Si prevede che da qui a giugno verranno aggiunte al servizio 300 nuove vetture ogni mese. Per il prossimo anno Autolib sarà dotato di 3mila vetture e 6600 punti di ricarica a Parigi e nei sobborghi. Le auto potranno essere prelevate in un punto e lasciate in un altro qualunque. Ogni auto è dotata di GPS e può essere localizzata dal centro operativo. Il servizio copre Parigi e 45 comuni dell’hinterland. Gli abbonamenti annuali costano 144€ per i singoli e 133€ per le famiglie, con la possibilità di sottoscrizioni mensili e settimanali. Sono già stati sottoscritti 2mila abbonamenti.

http://www.autolib.fr

Fonte: European Community for Mobility Management

Pubblicato da

Enrico

Enrico Bonfatti, dopo aver vissuto e lavorato nella industriosa Lombardia, si è ritirato oggi in una ridente frazione montana delle prealpi venete. Ha avuto il privilegio di poter sperimentare la vita senza il possesso dell'automobile per tredici lunghi anni. Ultimamente lo ha perso a causa del mutato contesto nel quale si trova a vivere e delle politiche di smantellamento del trasporto pubblico in atto ormai da diversi anni nel nostro paese e non solo. Ha dato vita a questo blog nell'ormai lontano 2009, spinto dalla necessità di preservare, per quanto possibile, il quartiere dove viveva dal quotidiano assalto delle lamiere.

Rispondi