I giovani preferiscono l’accesso all’auto al suo possesso.

La generazione “Millennium” si dimostra sempre più propensa a utilizzare soluzioni di mobilità condivisa come il car sharing. E’ quanto emerge dal secondo studio annuale di Zipcar sui comportamenti riguardanti la mobilità personale e la motorizzazione privata delle persone tra i 18 e i 34 anni. Secondo lo studio il 55% degli appartenenti a questa fascia di età ha cercato di ridurre il ricorso all’auto, il 10% in più del 2010. “I ‘Millenials’ stanno sempre più preferendo l’accessibilità al possesso di un’auto”, spiega Zipcar. Si tratta di uno sviluppo interessante, specialmente da quando il possesso di un’autovettura è stato identificato come un “rito di passaggio” da molti Americani.

Tra i fattori che spingono i giovani americani a riconsiderare la proprietà dell’automobile ci sono preoccupazioni ambientali che hanno indotto questa generazione a ridurre consapevolmente i viaggi. Altre preoccupazioni sono attinenti ai costi complessivi del possesso di un’auto e ai vantaggi percepiti del ‘consumo collaborativo’. “Rispetto alle generazioni precedenti i Millenials sono  più propensi a partecipare a progetti di consumo collaborativo come la condivisione di media, automobili, case e vacanze” spiega Zipcar. “Più della metà di loro, il 53%, dichiarano che parteciperebbero volentieri a un servizio di car sharing come Zipcar”.

Alcuni dei risultati emersi dallo studio:

  • il 55 per cento ha cercato di guidare di meno, rispetto al 45% del 2010
  • il 78 % trova il possesso di un’automobile difficoltoso a causa degli alti costi di carburante e manutenzione
  • il 53% utilizzerebbe un servizio di car sharing, come Zipcar
  • I ‘Millenials’ rappresentano la generazione più ben disposta a partecipare alle nuove forme di economia condivisa (il 67% condividerebbe i media, il 49% la casa o le vacanze).

 “I politici dovrebbero rendersi conto ed accettare che le generazioni più giovani e  quelle future non concepiscono i trasporti come abbiamo fatto negli ultimi cento anni” ha detto Scott Griffith, presidente di Zipcar. “I nostri politici più illuminati stanno cominciando a pensare alle politiche della casa, di uso del territorio, dei trasporti e dei carburanti come se fossimo già nel 2015  e non nel 1971. spero che questi leader di pensiero riescano a ispirare un processo di riforma sulle politiche della mobilità invece di continuare a portare avanti scelte ormai superate che investono risorse limitate quasi unicamente nelle autostrade.

Questo non significa che i Millenials stiano completamente abbandonando l’auto. Secondo la ricerca questa generazione considera ancora molto la mobilità e la convenienza garantite dalla guida ma cerca sempre di più delle alternative al possesso personale di un’automobile.

I Millenials rappresentano il 23% della popolazione statunitense e più della metà dei membri di Zipcar. Lo studio (disponibile qui) è stato condotto su un campione di 1045 adulti maggiorenni.

Articolo originale:  New Study: Millennials Prefer Car “Access Over Ownership”

###############################

L’autrice.

Itir Sonuparlak è una blogger di TheCityFix.com. Laureata in urbanistica alla facoltà di Architettura della Columbia University, i suoi interessi vanno dal riciclaggio e il riutilizzo dei materiali alla mobilità sostenibile.

Pubblicato da

Enrico

Enrico Bonfatti, dopo aver vissuto e lavorato nella industriosa Lombardia, si è ritirato oggi in una ridente frazione montana delle prealpi venete. Ha avuto il privilegio di poter sperimentare la vita senza il possesso dell'automobile per tredici lunghi anni. Ultimamente lo ha perso a causa del mutato contesto nel quale si trova a vivere e delle politiche di smantellamento del trasporto pubblico in atto ormai da diversi anni nel nostro paese e non solo. Ha dato vita a questo blog nell'ormai lontano 2009, spinto dalla necessità di preservare, per quanto possibile, il quartiere dove viveva dal quotidiano assalto delle lamiere.

Rispondi