Honk! I vantaggi di una zona 30.

Una piccola notizia, ormai di un anno fa, del genere però che vorremmo vedere pubblicato più spesso. La tabella che segue riassume i risultati di due anni di funzionamento della zona 30 nel quartiere di Mirafiori a Torino. 

Dati che smentiscono il luogo comune per il quale la trasformazione in senso sostenibile dei sistemi di mobilità urbana è uno sfizio per ricchi. Tralasciando gli evidentissimi (quanto per noi scontati)  vantaggi per la sicurezza vorremmo sottolineare il risparmio che questo investimento ha comportato per istituzioni e cittadini che hanno “riscosso” un “tasso d’interesse” pari al 20% annuo circa.

I dati sono stati raccolti anche con il contributo dei ragazzi delle scuole del quartiere. L’iniziativa ha un suo sito, non più aggiornato ma dove è possibile trovare molto materiale in proposito che potrebbe essere fonte di ispirazione per altre iniziative simili.

La nuova mobilità si costruisce anche sulla capillare diffusione di iniziative come questa.

Ulteriori informazioni su http://www.zone30torino.it/

Pubblicato da

Enrico

Enrico Bonfatti, dopo aver vissuto e lavorato nella industriosa Lombardia, si è ritirato oggi in una ridente frazione montana delle prealpi venete. Ha avuto il privilegio di poter sperimentare la vita senza il possesso dell'automobile per tredici lunghi anni. Ultimamente lo ha perso a causa del mutato contesto nel quale si trova a vivere e delle politiche di smantellamento del trasporto pubblico in atto ormai da diversi anni nel nostro paese e non solo. Ha dato vita a questo blog nell'ormai lontano 2009, spinto dalla necessità di preservare, per quanto possibile, il quartiere dove viveva dal quotidiano assalto delle lamiere.

Rispondi