Honk! Sinergie neomobilistiche a Milano

Un’altra piccola notizia a riprova del fatto che la nuova mobilità si costruisce senza singole magiche soluzioni che risolvono un problema una volta per tutte ma attraverso una serie di misure che in sinergia contribuiscono a facilitare il ricorso a modalità di trasporto alternative all’auto privata. Il car sharing è una di queste. Un’altra è il road pricing che, nel caso di Area C, ha spinto molte persone a sottoscrivere un abbonamento al servizio di car sharing in considerazione del fatto che le vetture in condivisione sono esenti dal pedaggio. Infatti dal primo gennaio al 14 febbraio le nuove iscrizioni al car sharing meneghino hanno fatto registrare un impennata del 49% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Tutte persone che hanno cominciato a fare i conti con quelli che sono i reali costi dell’uso di un’auto e che molto facilmente cominceranno a prendere decisioni più razionali per quanto riguarda le proprie abitudini di spostamento e il possesso di un’autovettura privata, facilitate anche dal miglioramento significativo, anche se probabilmente non ancora sufficiente, delle condizioni del trasporto pubblico milanese.

da Eco dalle Città

Area C sta cambiando le abitudini dei milanesi che, sempre di più, scelgono di muoversi con i mezzi pubblici, in bicicletta o a piedi. Quando, però, non possono proprio rinunciare all’auto, i cittadini promuovono il car sharing. Le iscrizioni a GuidaMi, infatti, hanno fatto registrare dall’inizio di quest’anno un +49%.
Dal 1° gennaio al 14 febbraio 2012 i nuovi iscritti sono stati 328, mentre nello stesso periodo dello scorso anno erano stati 220. Il totale dei fruitori del servizio di car sharing, nato nel 2004 come iniziativa del Comune di Milano e del Ministero dell’Ambiente e Tutela del Territorio e oggi gestito da Atm, è passato da 3.149 (febbraio 2011) a 4.668.
Aumentano, così, anche i parametri di utilizzo dei veicoli GuidaMi, che hanno accesso libero ad Area C. Per quel che riguarda l’intero mese di gennaio, e confrontando i dati con lo stesso periodo dello scorso anno, le corse effettuate sono state 4.825 (+60%). Tocca il 75%, invece l’aumento delle ore di utilizzo, passate da 16.462 a 30.285. Infine, i chilometri effettuati con le auto messe a disposizione dal servizio sono stati 194.055 (+ 80%).

Pubblicato da

Enrico

Enrico Bonfatti, dopo aver vissuto e lavorato nella industriosa Lombardia, si è ritirato oggi in una ridente frazione montana delle prealpi venete. Ha avuto il privilegio di poter sperimentare la vita senza il possesso dell'automobile per tredici lunghi anni. Ultimamente lo ha perso a causa del mutato contesto nel quale si trova a vivere e delle politiche di smantellamento del trasporto pubblico in atto ormai da diversi anni nel nostro paese e non solo. Ha dato vita a questo blog nell'ormai lontano 2009, spinto dalla necessità di preservare, per quanto possibile, il quartiere dove viveva dal quotidiano assalto delle lamiere.

Rispondi