Honk! Scooter sharing a SF

I sistemi di bike sharing stanno cambiando la faccia di molti sistemi di trasporto urbano. Aumentando la densità abitativa di molte aree urbane si accentua la tendenza alla ricerca di nuovi sistemi di spostamento alternativi all’auto che utilizzino le nuove tecnologie dell’informazione. C’è ancora spazio per l’innovazione? A San Francisco si sta studiando la messa a punto di un sistema di condivisione di scooter elettrici. Il sistema prevede una tariffa di utilizzo al minuto od oraria (come le auto di Zipcar) a cui accedere tramite iPhone. L’iPhone stesso fungerà da cruscotto per tutta la durata dello spostamento. L’utenza di questo servizio sarebbe molto diversa da quella di un car sharing. Gli utenti di un servizio di car sharing utilizzano spesso l’auto per andare a fare grosse spese; al contrario gli scooter non hanno grandi possibilità di trasporto merci. In secondo luogo le auto condivise vengono utilizzate prevalentemente per spostamenti fuori città mentre chi usa lo scooter – che raggiunge una velocità massima di 50 km/h – non potrà utilizzare le autostrade o allontanarsi molto dalla città.

Fonte: European Community for Mobility Management

 

Pubblicato da

Enrico

Enrico Bonfatti, dopo aver vissuto e lavorato nella industriosa Lombardia, si è ritirato oggi in una ridente frazione montana delle prealpi venete. Ha avuto il privilegio di poter sperimentare la vita senza il possesso dell’automobile per tredici lunghi anni. Ultimamente lo ha perso a causa del mutato contesto nel quale si trova a vivere e delle politiche di smantellamento del trasporto pubblico in atto ormai da diversi anni nel nostro paese e non solo. Ha dato vita a questo blog nell’ormai lontano 2009, spinto dalla necessità di preservare, per quanto possibile, il quartiere dove viveva dal quotidiano assalto delle lamiere.

Rispondi