Honk! Pianificazione urbana e della mobilità ad Asti

Nell’ambito del progetto europeo MoMa.BIZ, la Provincia di Asti, il Comune di Asti in collaborazione con iMpronta e Engim Piemonte, organizzano una giornata di formazione il 5 APRILE dalle 9 alle 13 in Piazza Alfieri 33 per sindaci, assessori, tecnici comunali, urbanisti, … sul tema della pianificazione urbana legata alla gestione della mobilità.

Docente sarà il Dott. Roberto De Tommasi di Synergo (Zurigo). De Tommasi ha lavorato a lungo sul tema, ed ha contribuito a progettare il grande centro commerciale Sihlcity, a Zurigo, che è probabilmente il migliore  esempio a livello internazionale di integrazione tra la progettazione di nuove aree urbane e un buon sistema di mobilità, che non preveda necessariamente l’uso dell’auto privata.

Un centro commerciale in cui c’è un limite massimo al numero di auto che
accedono ogni giorno (invece dello sconto sul posteggio). Un centro commerciale che dal punto di vista economico è un successo.

De Tommasi ispirerà gli amministratori ed i tecnici dei nostri territori, per
suggerire loro strumenti che consentano (senza aggravi di spesa) di pensare
sempre a mobilità e pianificazione urbana come ad un tutt’uno.

Non si tratta di una teorica dissertazione sul tema, ma di una presentazione di
casi di successo implementati a poche centinaia di chilometri da casa nostra.

La giornata di formazione sarà in Italiano e sarà gratuita.

Per la partecipazione è obbligatoria la prenotazione sul sito del progetto MoMa.BIZ:

http://moma.biz/it/asti/seminario-mobility-management-e-pianificazione-territoriale

Scarica la locandina del seminario

Per maggiori informazioni: Massimo INFUNTI — 348 1506912 — asti@moma.biz
<mailto:asti@moma.biz>

 

Pubblicato da

Enrico

Enrico Bonfatti, dopo aver vissuto e lavorato nella industriosa Lombardia, si è ritirato oggi in una ridente frazione montana delle prealpi venete. Ha avuto il privilegio di poter sperimentare la vita senza il possesso dell'automobile per tredici lunghi anni. Ultimamente lo ha perso a causa del mutato contesto nel quale si trova a vivere e delle politiche di smantellamento del trasporto pubblico in atto ormai da diversi anni nel nostro paese e non solo. Ha dato vita a questo blog nell'ormai lontano 2009, spinto dalla necessità di preservare, per quanto possibile, il quartiere dove viveva dal quotidiano assalto delle lamiere.

Rispondi