I costi di un parcheggio (e le opportunità perdute).

Quanto costa realmente la cornucopia di posti auto disponibili nelle nostre città? Potremmo essere tentati di considerare questa una questione secondaria, da posporre alla “naturale” fame di parcheggio che attanaglia i nostri centri urbani. In realtà si potrebbe, con le stesse risorse impiegate per costruire parcheggi multipiano sopra e sotto terra, intraprendere una ben diversa strada che riduca la nostra dipendenza dalle autovetture private e da ormai costosissimi combustibili fossili. 

Dalla California la terza parte della miniserie a cura di MTC sullo “Smart Parking”

La prima e la seconda parte di questa miniserie sui parcheggi sono disponibili qui e qui

Pubblicato da

Enrico

Enrico Bonfatti, dopo aver vissuto e lavorato nella industriosa Lombardia, si è ritirato oggi in una ridente frazione montana delle prealpi venete. Ha avuto il privilegio di poter sperimentare la vita senza il possesso dell'automobile per tredici lunghi anni. Ultimamente lo ha perso a causa del mutato contesto nel quale si trova a vivere e delle politiche di smantellamento del trasporto pubblico in atto ormai da diversi anni nel nostro paese e non solo. Ha dato vita a questo blog nell'ormai lontano 2009, spinto dalla necessità di preservare, per quanto possibile, il quartiere dove viveva dal quotidiano assalto delle lamiere.

Rispondi