Video: Groningen, la città più ciclabile del mondo.

2015-01-06-185406_630x348_scrotNon è un segreto per nessuno che i Paesi Bassi, ovunque vi troviate, sono un posto incredibile per andare in bicicletta. A Groningen, una città di 190mila abitanti nel nord del paese e uno share modale che per quanto riguarda la bici è oltre il 50%, andare in bicicletta è comodo come in nessuna altra città della Terra. Il semplice numero delle persone che vedete circolare pedalando in qualsiasi momento è stupefacente, così come l’assenza di automobili dal centro città, dove sembrano essersi estinte. È da sottolineare la quietezza della città. Le persone svolgono i loro affari spostandosi in bici, andando al lavoro in bici e perfino tenendosi per mano in bici.

– di Clarence Eckerson, Jr. , Streetfilms,

La storia di come Groningen ha raggiunto questo risultato ha la sua radice in un mix di politiche trasportistiche intelligenti, caratteristiche del luogo e fortuna. Il video illustra abbastanza bene questo, ma in sintesi Groningen decise negli anni 70 di porre in atto delle politiche che rendessero più facile andare in bici e a piedi e scoraggiassero l’utilizzo dell’automobile nel centro città. Questo venne messo in pratica attraverso la pedonalizzazione di alcune vie, la costruzione di una estesa e capillare rete ciclabile e la realizzazione di uno schema viabilistico unico nel suo genere che vieta agli autoveicoli l’attraversamento della città. Groningen ha effettivamente reso la bicicletta – nella maggior parte dei casi – il mezzo di trasporto preferito e più veloce.

Il filmato presenta un parcheggio per bici di 10.000 (diecimila!) posti alla stazione ferroviaria, alcune delle incredibili infrastrutture che consentono ai ciclisti di spostarsi più veloci e in sicurezza, e sentirete le opinioni di molti residenti che si spostano in bici praticamente ovunque vadano.

Ma come uno dei miei interlocutori, il Professor Ashworth, mi ha chiesto di puntualizzare: i tre giorni che ho trascorso a Groningen sono stati benedetti dal bel tempo, ma la gente infaticabile continua ad andare in bicicletta anche durante i freddi inverni. Come in molte altre città ciclabili, ci sono anche grossi problemi con i furti di biciclette, e i residenti reclamano sempre più parcheggi per bici.

Penso che molti di noi farebbero volentieri propri quei problemi in cambio di una città con il 50% di spostamenti in bici (fino al 60% in centro!)

# # #

Streetfilms

Streetfilms produce brevi documentari che mostrano come una intelligente politica dei trasporti possa restituirci dei posti migliori nei quali vivere, lavorare e giocare. Fondata nel 2006, Streetfilms è diventata il punto di riferimento per documentari didattici sulla mobilità sostenibile e ispira l’azione e il cambiamento dei comportamenti in tutto il mondo. Singoli cittadini, agenzie pubbliche, organizzazioni non-profit, scuole e gruppi di attivisti usano SF per influenzare i loro decisori politici e promuovere il cambiamento per rendere vivibili le strade delle loro comunità.

Pubblicato da

Enrico

Enrico Bonfatti, dopo aver vissuto e lavorato nella industriosa Lombardia, si è ritirato oggi in una ridente frazione montana delle prealpi venete. Ha avuto il privilegio di poter sperimentare la vita senza il possesso dell’automobile per tredici lunghi anni. Ultimamente lo ha perso a causa del mutato contesto nel quale si trova a vivere e delle politiche di smantellamento del trasporto pubblico in atto ormai da diversi anni nel nostro paese e non solo. Ha dato vita a questo blog nell’ormai lontano 2009, spinto dalla necessità di preservare, per quanto possibile, il quartiere dove viveva dal quotidiano assalto delle lamiere.

Rispondi