Per una città lenta – II

II – “Siamo gli inventori di un nuovo mondo, signore”

[EPUB] Per proseguire le nostre riflessioni sulla lentezza, vi segnaliamo questo breve video (80 sec) registrato nel 2006 da Robert Stussi, ingegnere e politico dilettante che ha lavorato in svariate città del mondo per diversi decenni su questi argomenti. Il video venne girato in omaggio ad Hans Mondermann, egli stesso un precursore della Città Lenta.

Osservando il video il senso di questo breve messaggio di benvenuto da parte di un comune uomo della strada diventa chiaro. Il gentile signore con la sua bicicletta, inizialmente sconosciuto, è risultato poi essere un architetto che abita e lavora a Groningen. Più di dieci anni dopo le sue parole suonano ancora assolutamente vere:

Salve, benvenuti a Groningen, la migliore città del mondo intero. Perchè siamo così lontani da tutto che possiamo essere molto creativi e a nessuno importa della nostra creatività, perchè non ne sanno niente.

Siamo gli inventori di un mondo nuovo. E statisticamente potete provarlo.

Esatto. E statisticamente potete provarlo.

A proposito, per quelli di noi che potrebbero pensare alla bicicletta come qualcosa da destinare a zone e ceti sociali a basso reddito, il reddito procapite a Groningen si avvicina ai 50mila euro all’anno. Nel caso ve lo steste domandando.

Velocità e lentezza: riflessioni

Sulla velocità: (a) uccide; (b) divora spazi pubblici; (c) inquina; (d) è inefficiente in una geografia urbana ristretta e densamente popolata; (e) è per sua natura iniqua; (f) separa le persone e le comunità; (g) accentua le disparità sociali; (h) nei fatti aumenta le distanze (sprawl). Ma ha radici profonde nella psiche e nell’immaginario dell’umanità, e per attuare delle politiche accorte è necessario esserne consapevoli.

Sulla lentezza: è considerata più spesso che no come un aspetto negativo: un bambino lento (non troppo brillante) può essere sinonimo di stupido, ottuso, bovino, stolido, rimbambito etc… tutti aggettivi non necessariamente descrittivi della qualità di un sistema di mobilità per il XXI secolo multimodale, ben progettato e funzionante.

Tuttavia nel contesto qui analizzato l’aggettivo “lento” sottende: gentile, calmo, piacevole, durevole, rilassato, sedato, misurato, pacifico, attento, deliberato, cauto e altri aggettivi lungo questa linea di sviluppo. È importante chiarire questo fin dall’inizio dato che esploreremo la lentezza come un concetto umano positivo in un mondo troppo spesso ossessionato dalla velocità a tutti i costi.

II – continua.

Clic qui per la prima parte

La cassetta degli attrezzi

Per iniziare

  1. Città lenta su Nuova Mobilità: https://goo.gl/V3vSW5
  2. Slow City Transition: Notes for a thinking exercise  – http://wp.me/psKUY-4Yc
  3. Organizing our thoughts on Slowth (Slow Cities)  – –  http://wp.me/psKUY-4Xk
  4. A Slow City Primer from the World Resources Institute —  http://wp.me/psKUY-4YH

Possono servire a inquadrare la situazione.

Per andare oltre:

Supporting media

* Slow City: Notes for a Thinking Exercise: http://wp.me/psKUY-4Yc

Slow City on World Streets: https://worldstreets.wordpress.com/tag/slow-city-reader/

Slow City on World Streets: https://worldstreets.wordpress.com/tag/slow-city-reader/

• Slow City on Facebook https://www.facebook.com/SlowCity2020/ 

* Via World Streets on Twitter: https://twitter.com/worldstreets

* Via World Streets on LinkedIn :   https://www.linkedin.com/groups/668837   

*  Slow City on the Planners Bookshelf  – https://goo.gl/cbtjJF

Ancora più a fondo: il motore di ricerca di World Streets

* (1) Click QUI e (2) copiate  [“slow city”OR “slow streets’“] nella casella di ricerca (con le virgolette ma senza parentesi quadre) quindi (3) click in alto a destra per ordinare per data.

Con questo strumento potete verificare immediatamente quanto hanno da offrire in risposta alle vostre domande le 802 fonti internazionali selezionate su Google da World Streets.

Rispondi