Nel Regno Unito finanziamenti per le cargo bikes elettriche.

Il governo Britannico ha annunciato che stanzierà 2.25 milioni di euro per finanziare l’acquisto di cargobikes elettriche. La notizia giunge sette anni dopo l’introduzione dei finanziamenti all’acquisto di automobili elettriche che prevedono un contributo di 5.000 euro sull’acquisto di una vettura alimentata da batterie.

Il sussidio per le auto elettriche è già costato ai contribuenti più di 450 milioni di euro e i sostenitori delle due ruote hanno protestato  per anni per l’esclusione delle biciclette dai contributi visti i vantaggi ambientali e finanziari che possono offrire.

Con una capacità di carico di 250 kg le le bici cargo elettriche offrono una pratica alternativa ai furgoncini diesel per le consegne sui mercati locali e il fatto che un unico sussidio per l’acquisto di un auto elettrica è pari al prezzo di vendita di due cargo bike elettriche  fa apparire l’investimento pubblico in favore di queste ultime piuttosto ridicolo.

L’annuncio del finanziamento è conseguenza del summit sui veicoli a Zero Emissioni che si è appena tenuto a Birmingham. Al momento ci sono poche speranze che il governo possa decidere di estendere le agevolazioni a tutte le bici elettriche.

Il governo britannico sta prendendo in considerazione l’ipotesi che le cargo bikes elettriche vengano inserite in una nuova categoria di ‘microvetture’. Non è ancora chiaro come questo possa funzionare nella pratica o se comporti l’esclusione della bici cargo da alcune infrastrutture ciclabili o l’imposizione di una forma di tassazione.

Per ammissione dello stesso governo, nel Regno Unito si registrano oltre 40mila morti premature all’anno a causa dell’inquinamento atmosferico. Centinaia di scuole si trovano su arterie molto trafficate con livelli di inquinamento oltre i limiti ammessi per legge. Secondo il King’s College i livelli di diossido di azoto in Oxford Street a Londra sono i peggiori al mondo. David Carslaw, un ricercatore del King’s College ha detto: “Per quanto ne so questo livello di inquinamento è il più alto al mondo in termini di medie orarie e annuali. Le concentrazioni di NO2 sono le più alte mai registrate nella lunga storia dell’inquinamento atmosferico”.

In questo contesto – senza contare le centinaia di milioni già spesi per sovvenzionare l’acquisto di auto elettriche  – l’investimento di 2.2 milioni di euro appare ridicolo. Le bici elettriche non richiedono la costruzione di costose infrastrutture e già oggi offrono prestazioni ed autonomia più che adeguate al pendolarismo e nella loro versione cargo possono potenzialmente eliminare molti furgoni diesel dalle strade.

da Allinx.eu

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.