Simulazioni di città a guida autonoma.

Con l’avvento dei veicoli a guida autonoma che ci dicono essere ormai prossimo viene da chiedersi come questa nuova tecnologia potrà combinarsi con quelle ormai mature che consentono un utilizzo condiviso delle vetture.

A questa domanda prova a rispondere uno studio dell’International Transport Forum che prende in esame la città di Lisbona analizzando gli effetti di una ipotetica introduzione dei veicoli a guida autonoma sulla rete stradale della capitale portoghese con modalità che ne prevedono un uso condiviso che va a sostituire in tutto o in parte le auto private. Continua a leggere Simulazioni di città a guida autonoma.

Il futuro della mobilità – La vita senza il possesso di un’automobile

2014-06-07-102706_441x327_scrotIn un arco temporale molto breve, tra il 2008 e il 2014, abbiamo assistito a uno spostamento di paradigma nel nostro rapporto con l’automobile, prima basato sul puro possesso, che ora prevede anche la possibilità di solo utilizzo senza proprietà. La tendenza globale all’urbanizzazione e al miglioramento della connettività in rete ha avuto conseguenze profonde sulla mobilità personale e sull’auto del futuro, e questo sta facendo emergere nuove opportunità economiche nel campo. Concetti come il bike sharing e il car sharing, soluzioni trasportistiche integrate porta a porta, l’intermodalità, le possibilità offerte dalle app per smarphone diventeranno qualcosa di molto diffuso e comune nel futuro delle nostre città. Continua a leggere Il futuro della mobilità – La vita senza il possesso di un’automobile

L’evoluzione del carsharing nei Paesi Bassi

Negli ultimi dieci anni il carsharing si è dimostrato essere sempre più una valida opzione di trasporto in molte città in tutto il mondo, più di 1000 su tutti i continenti. Elemento chiave di una strategia integrata di mobilità pensata per le persone e gli ambienti urbani, è una modalità di trasporto caratterizzata dalla frugalità e dalla capacità di autofinanziamento. La gente sceglie di utilizzare il carsharing non perchè costretta, ma perchè rappresenta un’alternativa. Lo fa perchè in esso vede un modo migliore e più economico per effettuare una parte dei loro spostamenti. Se ben collocato nel contesto nel quale opera il carsharing può offrire un potenziale significativo di risparmio energetico, riduzione dell’inquinamento, risparmio di spazio e di investimenti in costose infrastrutture dedicate alle automobili. Comunque negli ultimi anni il settore è cambiato in modi inaspettati. Continua a leggere L’evoluzione del carsharing nei Paesi Bassi

Agevolazioni al car sharing: a cosa servono realmente?

images
Slogan quanto meno ambigui…

Negli ultimi mesi il car sharing è letteralmente esploso in molte grandi città italiane; tra queste la capofila è senz’altro Milano che con l’arrivo di Twist vede la presenza di ben tre servizi di car sharing “aperto” che vanno ad aggiungersi ai pionieri di GuidaMI, il servizio gestito da ATM. Sono ormai ben 1500 le vetture condivise presenti sul territorio milanese con oltre 100mila abbonati. Continua a leggere Agevolazioni al car sharing: a cosa servono realmente?

Nasce Dryfe, il p2p made in Italy.

61008_447497395379043_1876393293_n

Più volte abbiamo scritto del car sharing peer to peer, auspicando che anche in Italia potesse venire alla luce un servizio che consentisse ai comuni mortali di risparmiare qualche soldo e non essere costretti sempre e comunque alla condanna della proprietà di un’automobile.

È di febbraio la nascita della prima compagnia italiana nel settore della condivisione dell’auto tra privati, Dryfe (acronimo di DRive Your FuturE) ad opera di quattro giovanissimi professionisti, tutti under 30. Per il momento il servizio non è ancora attivo anche se Dryfe è già presente sul web con  un blog, un account facebook e uno twitter, che permettono alle persone interessate di rimanere aggiornate sugli sviluppi dell’iniziativa. Di seguito un’intervista a Jacopo Di Biase, uno dei fondatori della compagnia. Non ci resta che augurargli in bocca al lupo. Continua a leggere Nasce Dryfe, il p2p made in Italy.

A New Moment for Carsharing in the Netherlands

Honk! Nuova Mobilità su RealPost

2righeverdetraspRiporto oggi un’intervista, datata ormai più di due mesi fa, che rilasciai al periodico online RealPost Lombardia. Titolo, come spesso succede in questi casi, che “buca” terribilmente il messaggio che più tenevo a far passare (l’allarme sul fatto che molte misure che avulse dal contesto sono sicuramente da accogliere positivamente vengono in realtà utilizzate per “coprire” la ritirata del settore pubblico da qualsivoglia responsabilità) ma pazienza…

Continua a leggere Honk! Nuova Mobilità su RealPost

xCars: per una nuova motorizzazione su Facebook

FB xcars - new ways of owning and using cars 19oct13– – > Check it out at https://www.facebook.com/groups/worldcarshare/

Un “esperimento di crowd thought” su Facebook, aperto a chiunque desideri approfittare dell’occasione per esprimere idee, critiche e proposte –  o anche solo dare un’occhiata a quello che si sta muovendo in questo campo. L’idea di fondo è quella di prendere in considerazione uno spettro molto ampio di temi riguardanti le “auto urbane del futuro” e provare a realizzare una sintesi dei diversi frammenti per formarsi un punto di vista utile (o più punti di vista utili) sui dieci anni che ha di fronte l'”automobile moderna”. Continua a leggere xCars: per una nuova motorizzazione su Facebook

Car sharing peer to peer, finalmente ci siamo?

ws-carshare-fullA seguito del mio intervento sul quotidiano La Repubblica nell’ambito di uno speciale dedicato al car sharing peer-to-peer, ho ricevuto numerose manifestazioni di interesse relative a questo argomento. Ne approfitto quindi per invitare alla lettura dell’articolo (qui il pdf), ed aggiungere altre considerazioni in questo spazio. Continua a leggere Car sharing peer to peer, finalmente ci siamo?

Quanto tempo lasciate parcheggiata la vostra automobile?

Spesso, quando si parla di gestione della mobilità automobilistica, si pensa unicamente ai flussi di traffico, trascurando la questione del parcheggio. Molte persone si sorprendono nello scoprire che le loro auto restano parcheggiate per il 95% del loro tempo – questo può portare a riflettere sullo spreco di spazio conseguente alla motorizzazione privata di massa. Una cosa sulla quale le generazioni future – speriamo – riusciranno a farsi grasse risate. Continua a leggere Quanto tempo lasciate parcheggiata la vostra automobile?