Nuova mobilità: prendere sul serio il cambiamento climatico

In una conversazione su uno dei punti chiave delineati dal mio prossimo libro, “BETTER CHOICES: Bringing Sustainable Transport to Your City” — cioè l’importanza fondamentale del legame indissolubile che unisce trasporti e cambiamento climatico – mi è stato detto ieri da un malese ben dentro la questione che nessuno a Penang e in tutta la Malesia (e per quel che può importare, in qualunque altro luogo del nostro pianeta a corto di fiato) prende sul serio questo tema. Almeno non sufficientemente sul serio da essere indotto a prendere in considerazione la modifica delle sue scelte di trasporto quotidiane (che è proprio l’argomento centrale del mio libro). Continua a leggere Nuova mobilità: prendere sul serio il cambiamento climatico

Le 3R del trasporto urbano.

Mentre prosegue la corsa tecnologica verso l’automazione e l’elettrificazione dei veicoli, una nuova ricerca dimostra che aggiungere a questi due elementi l’introduzione massiccia della pratica di condivisione dei viaggi (in inglese ride sharing o carpooling, ndt) può ridurre le emissioni di gas serra dai trasporti di più dell’80% a livello mondiale. La ricerca “Three Revolutions in Urban Transportation,” ha analizzato queste tre possibili rivoluzioni nel trasporto urbano evidenziando che la loro introduzione può tagliare i costi dei veicoli, delle infrastrutture e delle operazioni di trasporto di più del 40%. Ancora un’altra analisi che sottolinea l’importanza di un cambiamento culturale a tutti i livelli senza il quale gli sviluppi delle tecnologie potranno fare ben poco.

Le tre rivoluzioni – cliccando sull’immagine si aprirà il link all’infografica in dimensioni originali.

Continua a leggere Le 3R del trasporto urbano.

Città del Messico pone un tetto massimo alla costruzione di parcheggi

L’11 luglio, Miguel Ángel Mancera, sindaco di Città del Messico annunciava l’introduzione di “limitazioni al numero di parcheggi nel regolamento edilizio cittadino”. Questa nuova regola ribalta il principio dei requisiti minimi di  posti auto nel suo opposto: i requisiti massimi varieranno in base all’utilizzo del territorio che verrà fatto in seguito allo sviluppo edilizio previsto. Questo pone la capitale messicana, la più grande metropoli del nord america, molto davanti alle sue concorrenti USA nella gara per il miglioramento dell’utilizzo del territorio, dando la precedenza alle persone sulle automobili. Continua a leggere Città del Messico pone un tetto massimo alla costruzione di parcheggi

Tariffe di parcheggio anche senza un buon trasporto pubblico?

Mi sono sentito rivolgere più volte questa domanda a Pune, in India, in occasione della mia visita all’inizio di giugno. La questione dei parcheggi è un tema caldo in questa metropoli di 5 milioni di abitanti del Maharashtra: molte vie di Pune presentano grossi problemi di parcheggio che l’Amministrazione della città intende affrontare con una riforma in attesa di approvazione fondata sul principio di far pagare all’automobilista il costo pieno del parcheggio che utilizza.

Tuttavia il trasporto pubblico di Pune non risulta attraente per i proprietari di automobili. Da qui la domanda. Continua a leggere Tariffe di parcheggio anche senza un buon trasporto pubblico?

Miti Urbani: congestione ed emissioni di CO2

Dalla rubrica del City Observatory intitolata “Mythbusters” dalla serie televisiva che utilizzava una cosa chiamata “scienza” per verificare la veridicità di alcune affermazioni comunemente riconosciute come inconfutabili, riportiamo la demolizione dell’argomento, utilizzato dai costruttori di tutto il mondo, secondo il quale la congestione e i problemi che ne derivano si risolvono con l’allargamento delle strade. Continua a leggere Miti Urbani: congestione ed emissioni di CO2

Fair Mobility: Can your city learn some lessons from Malta

Can your city learn some lessons from Malta when it comes to proving fair mobility for all, including those with mobility handicaps? (Lessons that they Malta  poor sidewalksthemselves are, ever so sadly, not learning. At least not thus far. ) Let me put this in other, stronger words. If your city is not giving careful attention to these equitable pedestrian issues, well you are living in a seriously underdeveloped, inequitable, third-rate city. Face it! Let us hear what Kevin Cutajar of the Gozo Federation Persons with Disability has to say on this as he goes eye to eye with government authorities on this important issue. If he does not speak up, who will?

Continua a leggere Fair Mobility: Can your city learn some lessons from Malta

Lo sviluppo urbano orientato al trasporto pubblico.

Transit-oriented development strategies can help urban areas develop sustainably, uniting land use, transport planning, and urban design to create more people-oriented cities. Pictured: Small businesses and pedestrians at a hub near Mexico City's Metrobús bus rapid transit (BRT) system. Photo by Justin Swan/Flickr.

Le città di tutto il mondo stanno gareggiando per gestire una rapida e spesso incontrollata urbanizzazione. I residenti delle periferie di Città del Messico, per esempio, spendono circa 2.5 ore al giorno negli spostamenti casa – lavoro e il 30% del loro reddito viene assorbito dalle esigenze di trasporto. Queste sfide saranno indubbiamente esacerbate dall’ulteriore miliardo e mezzo di persone che ci si aspetta si trasferiranno a vivere nelle città entro il 2030. Ma questo trend è governabile. Lo spostamento dell’attenzione della progettazione urbana sui bisogni delle persone – non delle automobili – può migliorare l’accesso a opportunità di lavoro, istruzione e cure sanitarie per i residenti delle città. Continua a leggere Lo sviluppo urbano orientato al trasporto pubblico.

Ciclismo per tutti!

ImmagineUn adagio popolare sostiene ci siano solo due attività umane che, per quanto poco praticate, non si dimenticano mai: una di queste è andare in bicicletta. Chi impara da bambino a pedalare, anche attraversando gli anni dell’adolescenza durante i quali le necessità di iniziazione al mondo adulto portano molti ragazzi a snobbare i pedali, trova poche o nessuna difficoltà a rimettersi in sella a qualunque età decida di restituire dignità al mezzo di trasporto democratico per eccellenza.

Continua a leggere Ciclismo per tutti!

Le giovani generazioni sempre meno motorizzate

CyclistL’ultimo Lee Schipper, un ricercatore di livello internazionale che si occupava dei legami tra trasporti e cambiamento climatico, cofondatore di  EMBARQ  nel 2002, ha dato vita a un crescente corpo di ricerche che si occupano di un fenomeno intrigante – una stabilizzazione e in alcuni casi un declino dell’uso dell’automobile nel mondo industrializzato. Continua a leggere Le giovani generazioni sempre meno motorizzate

Un mese senz’auto.

ImageLa Corea del Sud è un paese di recente industrializzazione, dove l’idea del possesso dell’automobile viene probabilmente ancora associata all’immagine di sè e all’autostima. Ma sembra proprio che quando i coreani si rendano conto di un problema lo affrontino di petto, come avevamo già avuto modo di raccontare in questo post, che raccontava di come a Seul si fosse demolito un tratto di sei km di trafficatissima superstrada per restituire alla luce il fiume che sotto vi scorreva. Questa volta, vi parliamo dell’esperienza di Suwon, una città di un milione di abitanti, dove per tutto il mesi di settembre i residenti di un intero quartiere hanno accettato di vivere senz’auto. Continua a leggere Un mese senz’auto.