Giornate (settimane, mesi, città) Senz’Auto: breve cronologia.

INDIA GUARGON CAR FREE DAY BICYCLIST

Quanto segue è la storia del movimento per la promozione dei Car Free Days, della sua nascita e del suo percorso fino ad oggi. Fa parte di una serie di articoli che postiamo e aggiorniamo annualmente in prossimità delle varie iniziative che hanno luogo in settembre (es. Settimana Europea della mobilità sostenibile) per stimolare la riflessione sull’uso dello spazio urbano. Speriamo che questi articoli e i riferimenti che vi si trovano possano tornare utili a chi è responsabile dell’organizzazione di queste iniziative. Far funzionare una Giornata Senz’Auto non è un compito facile e la consapevolezza di quanto nel passato ha funzionato o no può essere di aiuto. Continua a leggere Giornate (settimane, mesi, città) Senz’Auto: breve cronologia.

Trasporto pubblico gratuito: come, quando, perchè, dove pagare il trasporto pubblico.

“Coloro i quali evitano di imparare le lezioni della storia, sono condannati a ripetere gli stessi errori” – Attribuito a W. Churchill

Le discussioni sul trasporto pubblico gratuito sono spesso presentate dalla stampa e troppo spesso anche nelle discussioni tra esperti come se fossero un concetto rivoluzionario senza precedenti. Ma per prendere decisioni politiche all’altezza della situazione dobbiamo essere consapevoli della sua storia. Michel van Hulten si occupa da oltre mezzo secolo di questa tematica e ha presentato l’analisi che segue alla conferenza internazionale organizzata a Tallin con il titolo “Free public transport for all. Dream or reality”. Il documento affronta le problematiche del “perchè, come, quando e dove pagare il trasporto pubblico”, problematiche che devono essere al centro delle discussioni riguardanti ogni iniziativa e decisione.

TESTO IMPEGNATIVO MA DI CONSIGLIATISSIMA LETTURA; per facilitarla è scaricabile una versione epub di questo post a questo link.

Qual è il nostro problema?

Il nostro problema è che l’introduzione di trasporti pubblici “gratuiti” cambia sostanzialmente il nostro approccio al funzionamento della nostra società e della nostra economia, in particolare la progettazione delle città e delle campagne, contribuendo in modo decisivo a consentire più occasioni di pari opportunità per l’uso dello spazio (e del tempo!). Opportunità più simili per tutti i cittadini, uomini e donne, ricchi e poveri, vecchi e giovani, sani e meno sani, disabili in qualunque modo. Continua a leggere Trasporto pubblico gratuito: come, quando, perchè, dove pagare il trasporto pubblico.

Trasporto pubblico gratuito: il punto di vista di Planka.nu

 

Planka.nu è una rete di organizzazioni Svedesi e Norvegesi per la promozione del trasporto pubblico gratuito finanziato da proventi fiscali; ha sedi a Stoccolma,  Göteborg, Skåne, Östergötland e Oslo. È stata fondata nel 2001 dalla Federazione giovanile anarcosindacalista svedese in risposta ai continui aumenti delle tariffe del trasporto pubblico. La campagna ha ricevuto molta attenzione a causa dei controversi metodi utilizzati per promuovere il trasporto pubblico gratuito: Planka.nu incoraggia le persone a non pagare le tariffe dovute, aiutando i propri membri a pagare le penali con il fondo assicurativo P-kassan.

Quanto segue è una sintesi del loro punto di vista su questo delicato argomento. Continua a leggere Trasporto pubblico gratuito: il punto di vista di Planka.nu

Raduno nazionale famiglie senz’auto

Da ex divorziato dall’auto, costretto a risposarla per mutate condizioni logistiche e affettive, invidio moltissimo chi riesce a organizzare la propria vita senza dover dipendere dal possesso di questo ingombrante e pericoloso strumento, che talvolta si rivela utile. Queste persone si ritroveranno a Bologna il 9 giugno per conoscersi, farsi conoscere a un pubblico più vasto e raccontare gioie e dolori di una vita senza automobile. Riportiamo dal blog Famiglie senz’auto:

Dall’esperienza del gruppo FB Famiglie senz’auto, il 9 giugno 2018 a Bologna nasce il primo raduno nazionale di tutte le persone che hanno deciso o si sono trovati a gestire i propri spostamenti quotidiani senza possedere un’automobile: famiglie composte da una o più persone o animali che ogni giorno usano i piedi, il trasporto pubblico e la bicicletta, normale o assistita, e quando necessario guidano auto prestate, noleggiate o del car sharing.

Continua a leggere Raduno nazionale famiglie senz’auto

Honk! Bicifestazione.

Il 28 aprile si terrà a Roma una manifestazione a pedali per reclamare maggiori diritti per gli utenti deboli della strada, promossa da un vastissimo cartello di associazioni rappresentative del mondo della bicicletta e non solo. Continua a leggere Honk! Bicifestazione.

Reinventare la mobilità nell’era della rottura e della creatività

Arthur D. Little ha appena pubblicato la terza edizione del suo “Future of Mobility” nel quale potete trovare l’ultimo aggiornamento del suo Urban Mobility Index, una classifica di cento città a livello globale basata sulla maturità, capacità di innovazione e prestazioni dei loro sistemi di mobilità urbana. Lo studio è stato presentato alla assemblea di UITP Asia-Pacifico a Taipei.

Arthur D. Little evidenzia gli ostacoli che impediscono alle città di progredire e insieme ad UITP – l’Associazione Internazionale di Trasporto Pubblico – identifica tre direzioni strategiche per migliorare il futuro della mobilità urbana. Nello studio vengono anche riportati 25 imperativi da tenere in considerazione nella definizione delle politiche di mobilità urbana sostenibile, oltre ad alcuni casi studio di città da prendere a modello di buona pratica. Continua a leggere Reinventare la mobilità nell’era della rottura e della creatività

Formula E? Eh???!!!!

La mobilità alternativa promossa dalla Formula E

Squilli di trombe e rulli di tamburi per l’evento oggi in programma all’EUR di Roma “all’insegna della sostenibilità” promosso da una giunta espressione di un partito dipinto da tutti come forza di rottura dello status quo e dell’estabilishment e preoccupata, secondo i commentatori, di non venire dipinta come “quelli che dicono no a tutto”; la mobilità alternativa consisterebbe nel “18enne che compra l’auto elettrica come prima auto”. Continua a leggere Formula E? Eh???!!!!

La vita è sacra: il legame tra criminalità e mortalità da traffico.

In soli 10 anni, dal 1996 al 2006, gli incidenti stradali a Bogotá sono diminuiti della metà. Nonostante gli enormi problemi comuni a molte città – infrastrutture inadeguate, congestione, inquinamento, disuguaglianza e criminalità – la città colombiana è diventata un potente esempio di trasformazione urbana. Continua a leggere La vita è sacra: il legame tra criminalità e mortalità da traffico.

Perchè la Germania, patria dell’auto, è così più sicura degli USA per pedoni e ciclisti.

Uno studio comparativo tra i due paesi mostra grandi differenze nel modo in cui vengono utilizzate le automobili. Il ruolo della Bomba nello sprawl americano.

CC BY 2.0 A place for transit, walking, biking and cars/ Lloyd Alter

La moderna autostrada è stata inventata in Germania e i tedeschi amano le loro auto. Le Daimler, le Volkswagen e le BMW sono piuttosto belle. Ma come osserva Eric Jaffe di Citylab,

Rispetto agli americani, i tedeschi possiedono meno automobili, le conducono su distanze più brevi e meno spesso e si spostano più frequentemente a piedi, in bici o con i mezzi pubblici. Hanno dei girovita più snelli a riprova delle loro abitudini di trasporto attive e subiscono meno incidenti stradali, sia che siano in automobile sia che ne siano fuori. Le spese di trasporto incidono meno sui budget famigliari anche se i costi relativi all’auto sono più alti. Usano meno energia per persona per i trasporti via terra con conseguente riduzione delle emissioni di carbonio.

Continua a leggere Perchè la Germania, patria dell’auto, è così più sicura degli USA per pedoni e ciclisti.

Transforming Transportation 2018: un futuro digitale per garantire trasporti a tutti.

Nuovi servizi di mobilità possono trasformare i trasporti in senso ecologico, inclusivo, efficiente e sicuro per tutti.

I progressi esponenziali nel modo in cui raccogliamo, elaboriamo e utilizziamo dati e informazioni stanno cambiando radicalmente le nostre società e le nostre economie. Ma la nuova economia virtuale e digitale dipende fondamentalmente da un attivatore molto fisico e concreto. Amazon e Alibaba non esisterebbero senza dei modi efficienti di far giungere i loro prodotti in tutto il mondo, siano essi su strada, su nave o su drone. Il lavoro che hai trovato grazie a Skype potrebbe richiedere un viaggio a Londra o Dubai, dove ti aspetti di arrivare facilmente. Continua a leggere Transforming Transportation 2018: un futuro digitale per garantire trasporti a tutti.