Referendum ATAC: una soluzione tecnica a un problema politico

Domenica a Roma si è tenuto il referendum, fallito, sulla liberalizzazione dei trasporti pubblici locali. Riportiamo un’interessantissima riflessione pubblicata la settimana scorsa sul blog MetroxRoma che, anche se riferita alla realtà romana, offre ottimi spunti per demolire molti luoghi comuni sulla presunta inefficienza a prescindere dei servizi di trasporto pubblico in generale.

Domenica 11 Novembre, dalle 8 alle 20, si terrà il referendum sulla modalità di affidamento dei servizi relativi al trasporto pubblico locale. Mettiamo nero su bianco le nostre riflessioni sperando che possano aiutare, al di fuori delle ragioni strumentali ed equivoche delle parti politiche. Non daremo un’ indicazione di voto perchè non crediamo che esista una risposta univoca ai quesiti. Purtroppo una cosa sola è certa: si sta cercando una soluzione profondamente tecnica – il metodo di affidamento – al problema, tutto politico, della carenza infrastrutturale di questa città.

Continua a leggere Referendum ATAC: una soluzione tecnica a un problema politico

La gestione della sosta a Berlino tra moderne virtù e antichi vizi.

Molte città europee mettono in atto politiche di parcheggio e trasportistiche degne di nota. Ma molte di esse presentano dei problemi fin troppo famigliari.

Un buon esempio è la gestione dei parcheggi di Berlino, come mi ha raccontato Jos Nino Notz, esperto di parcheggi della capitale tedesca.

Da un certo punto di vista Berlino rappresenta un modello di gestione dei parcheggi. Abolì definitivamente i requisiti minimi di posti auto più di vent’anni fa. Presenta una eccellente gestione dei parcheggi nel centro città (e in alcuni altri quartieri).

Ma in altre zone la gestione dei parcheggi, in particolar modo i controlli, è sorprendentemente approssimativa. Continua a leggere La gestione della sosta a Berlino tra moderne virtù e antichi vizi.

L’inurbamento della popolazione riduce il ricorso all’automobile?

Young people texting while wlking - no cars

Un recente studio commissionato dal dipartimento dei trasporti britannico ha effettuato un’ampia recensione della letteratura internazionale ed analizzato una serie di dati riferiti al Regno Unito con lo scopo di spiegare le modifiche dei comportamenti di viaggio dei giovani adulti a partire dagli anni novanta (Chatterjee et al., 2018). Una delle cause di tali modifiche è il cambiamento dei pattern spaziali delle giovani generazioni, in particolare il loro “reinurbamento” (lo spostamento dei luoghi di abitazione verso le zone più densamente popolate delle grandi città). Continua a leggere L’inurbamento della popolazione riduce il ricorso all’automobile?

Cosa ostacola le riforme per una nuova mobilità nella vostra città?

WaFB SC speed car kids running cross

Potreste leggere quanto segue come una critica negativa dei vari gruppi e portatori di interesse menzionati nella lista che segue, ma tengo a precisare che  questo non è il mio intento. Gli esseri umani e la maggior parte delle organizzazioni sono notoriamente resistenti al cambiamento, si tratta di un elemento chiave della loro strategia di sopravvivenza. In questo breve saggio è mia intenzione semplicemente mostrare al lettore alcuni dei più importanti elementi di tensione, in modo da averli chiari mentre si cerca di andare avanti nel difficile compito di creare alleanze per la creazione di un nuovo, migliore e più equo sistema di trasporto.

– Eric Britton, Editor, World Streets

Continua a leggere Cosa ostacola le riforme per una nuova mobilità nella vostra città?

Nel Regno Unito finanziamenti per le cargo bikes elettriche.

Il governo Britannico ha annunciato che stanzierà 2.25 milioni di euro per finanziare l’acquisto di cargobikes elettriche. La notizia giunge sette anni dopo l’introduzione dei finanziamenti all’acquisto di automobili elettriche che prevedono un contributo di 5.000 euro sull’acquisto di una vettura alimentata da batterie. Continua a leggere Nel Regno Unito finanziamenti per le cargo bikes elettriche.

Giornate (settimane, mesi, città) Senz’Auto: breve cronologia.

INDIA GUARGON CAR FREE DAY BICYCLIST

Quanto segue è la storia del movimento per la promozione dei Car Free Days, della sua nascita e del suo percorso fino ad oggi. Fa parte di una serie di articoli che postiamo e aggiorniamo annualmente in prossimità delle varie iniziative che hanno luogo in settembre (es. Settimana Europea della mobilità sostenibile) per stimolare la riflessione sull’uso dello spazio urbano. Speriamo che questi articoli e i riferimenti che vi si trovano possano tornare utili a chi è responsabile dell’organizzazione di queste iniziative. Far funzionare una Giornata Senz’Auto non è un compito facile e la consapevolezza di quanto nel passato ha funzionato o no può essere di aiuto. Continua a leggere Giornate (settimane, mesi, città) Senz’Auto: breve cronologia.

Trasporto pubblico gratuito: come, quando, perchè, dove pagare il trasporto pubblico.

“Coloro i quali evitano di imparare le lezioni della storia, sono condannati a ripetere gli stessi errori” – Attribuito a W. Churchill

Le discussioni sul trasporto pubblico gratuito sono spesso presentate dalla stampa e troppo spesso anche nelle discussioni tra esperti come se fossero un concetto rivoluzionario senza precedenti. Ma per prendere decisioni politiche all’altezza della situazione dobbiamo essere consapevoli della sua storia. Michel van Hulten si occupa da oltre mezzo secolo di questa tematica e ha presentato l’analisi che segue alla conferenza internazionale organizzata a Tallin con il titolo “Free public transport for all. Dream or reality”. Il documento affronta le problematiche del “perchè, come, quando e dove pagare il trasporto pubblico”, problematiche che devono essere al centro delle discussioni riguardanti ogni iniziativa e decisione.

TESTO IMPEGNATIVO MA DI CONSIGLIATISSIMA LETTURA; per facilitarla è scaricabile una versione epub di questo post a questo link.

Qual è il nostro problema?

Il nostro problema è che l’introduzione di trasporti pubblici “gratuiti” cambia sostanzialmente il nostro approccio al funzionamento della nostra società e della nostra economia, in particolare la progettazione delle città e delle campagne, contribuendo in modo decisivo a consentire più occasioni di pari opportunità per l’uso dello spazio (e del tempo!). Opportunità più simili per tutti i cittadini, uomini e donne, ricchi e poveri, vecchi e giovani, sani e meno sani, disabili in qualunque modo. Continua a leggere Trasporto pubblico gratuito: come, quando, perchè, dove pagare il trasporto pubblico.

Trasporto pubblico gratuito: il punto di vista di Planka.nu

 

Planka.nu è una rete di organizzazioni Svedesi e Norvegesi per la promozione del trasporto pubblico gratuito finanziato da proventi fiscali; ha sedi a Stoccolma,  Göteborg, Skåne, Östergötland e Oslo. È stata fondata nel 2001 dalla Federazione giovanile anarcosindacalista svedese in risposta ai continui aumenti delle tariffe del trasporto pubblico. La campagna ha ricevuto molta attenzione a causa dei controversi metodi utilizzati per promuovere il trasporto pubblico gratuito: Planka.nu incoraggia le persone a non pagare le tariffe dovute, aiutando i propri membri a pagare le penali con il fondo assicurativo P-kassan.

Quanto segue è una sintesi del loro punto di vista su questo delicato argomento. Continua a leggere Trasporto pubblico gratuito: il punto di vista di Planka.nu

Raduno nazionale famiglie senz’auto

Da ex divorziato dall’auto, costretto a risposarla per mutate condizioni logistiche e affettive, invidio moltissimo chi riesce a organizzare la propria vita senza dover dipendere dal possesso di questo ingombrante e pericoloso strumento, che talvolta si rivela utile. Queste persone si ritroveranno a Bologna il 9 giugno per conoscersi, farsi conoscere a un pubblico più vasto e raccontare gioie e dolori di una vita senza automobile. Riportiamo dal blog Famiglie senz’auto:

Dall’esperienza del gruppo FB Famiglie senz’auto, il 9 giugno 2018 a Bologna nasce il primo raduno nazionale di tutte le persone che hanno deciso o si sono trovati a gestire i propri spostamenti quotidiani senza possedere un’automobile: famiglie composte da una o più persone o animali che ogni giorno usano i piedi, il trasporto pubblico e la bicicletta, normale o assistita, e quando necessario guidano auto prestate, noleggiate o del car sharing.

Continua a leggere Raduno nazionale famiglie senz’auto

Honk! Bicifestazione.

Il 28 aprile si terrà a Roma una manifestazione a pedali per reclamare maggiori diritti per gli utenti deboli della strada, promossa da un vastissimo cartello di associazioni rappresentative del mondo della bicicletta e non solo. Continua a leggere Honk! Bicifestazione.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: